Elisa Marzorati

pianista

La creatrice e direttrice di questo progetto. Pianista eclettica grazie ad una formazione di respiro internazionale e non solo classica,  inizia a studiare pianoforte a nove anni con Cristina Meyr e nel 1988 entra a far parte della classe di pianoforte di Giorgio Lovato al Conservatorio B. Marcello di Venezia. Nel 1994 si trasferisce per un anno negli USA, dove presso la Winston Churchill High School (Potomac, MD) partecipa alla realizzazione di concerti di musica leggera e il musical jazz Chicago. Nel 1999 si diploma presso il Conservatorio B. Marcello di Venezia con il massimo dei voti. Si specializza con Lucia Romanini a Milano (1997-1999) e con Giorgio Vianello a Venezia (2000-2001). Nel 2001 si trasferisce in Svizzera dove presso la Musikhochschule di Zurigo studia musica da camera con Eckart Heiligers, arrangiamento della partitura con Peter Solomon, liederistica con Daniel Fueter e Irwin Gage, jazz con Chris Wiesendanger e Adrian Frey e pedagogia con Alwin Pfister. Nel 2002 partecipa sempre presso la Musikhochschule di Zurigo al Masterclass di Alexander Lonquich. Nel 2004 consegue un eccellente Kammermusikkonzertdiplom (Diploma di musica da camera) e nel 2005 un ottimo Lehrdiplom (Diploma di insegnamento) presso lo stesso istituto.
Si esibisce come solista, in formazioni cameristiche e accompagnando cantanti, principalmente in Svizzera e Italia.
Si è laureata con il massimo dei voti e la lode presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, nel 2001 in Lettere con indirizzo musicale, con una tesi sul compositore contemporaneo Luca Mosca, nel 2004 in Etnomusicologia con una tesi sulla musica del Carnevale di Santiago de Cuba.
Dal 2005 al 2007 frequenta il Taller de la música a Barcellona esplorando il jazz, il latin jazz e l’improvvisazione con Riqui Sabatés, Vincenç Solsona e Ana Rosa Landa. Il perdurare del suo interesse per altri generi musicali si manifesta nel suo duraturo ruolo di tastierista/pianista con il gruppo rock-country Guido Marzorati & the Blugos, nelle sperimentazioni ambient, drone, glitchy con Enrico Coniglio e nelle collaborazioni con varie formazioni di Tango Argentino.