Storia     Spettacoli     Artisti     video     Foto SOSTIENICI

08 - R.O. Anthony - Café Chantant 1860.jpg

Il Café Concert nasce a Parigi durante il XVIII Secolo. Un bistrot accoglieva il pubblico che gustava cibo e bevande, mentre artisti vari si esibivano in rappresentazioni teatrali, arrangiamenti di composizioni famose, tableaux vivants, arie d’opera, canzoni popolari, giochi di prestigio, acrobazie, balletti.
Molti pittori, soprattutto impressionisti, hanno ben rappresentato l’atmosfera di quei luoghi.

Chiamato anche Café Chantant, fu la forma di intrattenimento per eccellenza fino all’arrivo delle nuove tecnologie, come il grammofono, la radio e il cinema.

Venezia è da sempre stata luogo di ispirazione per molti artisti, oltre che magnifico palcoscenico per qualsiasi tipo di arte performativa. Partendo da questa meravigliosa città e grazie al grande archivio di spartiti di musiche di Café Concert ereditato dal violinista Virgilio Marzorati, Elisa Marzorati presenta il Teatro Aperitivo: un evento che ricerca la bellezza e la poesia delle cose, l’aspetto malinconico ma anche ironico della vita.

Proiettati in un’atmosfera di un bistrot parigino di fine Ottocento, come in un viaggio nel passato, ascolterete musiche di estrema eleganza e raffinatezza che accompagnano esibizioni come citazioni letterarie, storie mimate, danze e arie d’opera.
Grazie alla stretta collaborazione con un gruppo di artisti di grande talento, i costumi dell’Atelier Nicolao e un Catering di altissimo livello, i vostri sensi saranno inebriati da un caleidoscopio di profumi, immagini e suoni.

 
02.png
 

Gran parte del repertorio utilizzato per creare gli spettacoli di Teatro Aperitivo provengono dall'Archivio di musiche da Caffè Concerto ereditato dal violinista Virgilio Marzorati.

La Ciarda di Monti è eseguita da Virgilio Marzorati con l'Orchestra Ferruzzi. L'incisione della Columbia Records risale al 1936, ebbe un grande successo e rimase in catalogo fino ad oltre gli anni 60'.

Nella vita e carriera del violinista Virgilio Marzorati un capitolo importante nè stata la formazione di un complesso che a partire dal 1932, per quasi quarant'anni, si esibiva per tutti i mesi estivi nel Salone concerti delle Terme di Recoaro.
Tra i collaboratori che cambiavano nel corso degli anni, si ricordano Alfredo Bignazzi (violinista), Carlo Cassone (violoncellista), Arturo Chierici (contrabbassista), Gaetano Freni (violoncellista), Alberto Semprini (pianista), Sauro Sili (pianista), Luigi Spaggiari (pianista), Bruno Vitali (violoncellista) e i figli Sergio Marzorati (pianista) e Franco Marzorati (contrabbassista).